Martedì, Ottobre 17, 2017

AHA

Non si tratta di un gruppo pop norvegese, ma dell’acronimo che indica gli alfaidrossiacidi, ovvero gli acidi estratti dagli zuccheri presenti nella frutta e in alcune piante. Hanno un’azione esfoliante più o meno intensa a seconda delle dimensioni della molecola: per esempio l’acido glicolico, che è estratto dalla canna da zucchero, è tra i più potenti perché le sue molecole, che sono piccine piccine, arrivano negli strati profondi dell’epidermide. Tra gli altri ci sono l’acido lattico, l’acido malico e l’acido citrico. Ma cosa fanno gli AHA? Eliminano le cellule morte, cioè lo strado superficiale dell’epidermide, liberano i pori dalle impurità e contribuiscono a una migliore idratazione della pelle, in modo da far emergere una pelle liscia, fresca e bella.

Facebook Image