Martedì, Settembre 23, 2014
Condividi su facebook

Elizabeth Arden: Eight Hour Cream

crema-ardenLa mitica «Otto ore» una recensione se la merita proprio. Primo, perché quest’anno La Elizabeth Arden compie cent’anni; secondo, perché tutte la conosciamo, almeno per averla sentita nominare. Se poi ci fossero tre o quattro persone che cadono

dalle nuvole, è l’occasione giusta per scoprire questo strano oggetto. Andiamo con ordine. Il nome completo è Eight Hour Cream, e, ciò nonostante, la Otto ore (noi la chiamiamo così) non è una crema. Tant’è che la traduzione francese è «Baume apaisant réparateur», ovvero balsamo lenitivo riparatore. La consistenza è infatti di un unguento color miele, molto grasso, che la pelle non assorbe facilmente. Anche l’odore non è il buon profumino che ci si aspetterebbe: è forte e ricorda certe pomate mediche, al punto che per alcuni è un ostacolo invalicabile. Ma chi supera questa prima difficoltà si rende conto che la Otto ore funziona, seriamente. Se siete a corto di fantasia, vi diciamo anche che le otto ore si riferiscono proprio al tempo che ci mette a risolvere molti problemi della pelle. Che possono essere i più disparati, dalle classiche labbra screpolate alle cuticole da ammorbidire, passando per una marea di altri utilizzi. C’è chi la usa per le doppie punte (sì, anche sui capelli!), chi per gomiti e ginocchia, chi per un impacco ai piedi. D’estate è ottima per dare sollievo dopo un’overdose di sole. L’ultima tendenza è usarla per un trucco luminoso, sugli zigomi e sulle palpebre. Addirittura, c’è chi la usa per curare l’acne. Probabilmente si presta a qualsiasi utilizzo (magari anche per decorare le torte), ma ci sentiamo di sconsigliarla a chi ne volesse fare un collutorio.

Come si usa In mille modi. Il denominatore comune è la pelle screpolata, irritata e molto secca, sulla quale fa miracoli.

Vantaggi Funziona. In otto ore.

Difetti L’odore, che è piuttosto forte e ricorda gli unguenti di una volta. In effetti, la signora Arden (che poi altri non era se non Florence Nightingale Graham, da non confondere con l’omonima infermiera inglese) l’ha creata moltissimi anni fa esattamente come è adesso, con i suoi pregi e difetti.

Principi attivi Paraffina (combatte la disidratazione in virtù della sua azione filmogena, che però non lascia respirare la pelle… un’arma a doppio taglio, insomma). Lanolina (emolliente e lenitiva), Vitamina E, tocoferolo (simile alla vitamina E, è un antiossidante di origine vegetale), acido salicilico (un alfaidrossiacido, dall’azione esfoliante), oli minerali, oli vegetali e altre sostanze emollienti. Tra gli ingredienti compare anche «parfum/fragrance»: certo che nella scelta ci si poteva impegnare di più…

A chi è consigliato A tutte, praticamente. Non lo consigliamo a chi sceglie un prodotto basandosi esclusivamente sul profumo: direbbe che la Otto ore puzza. Peggio per lui.

Il giudizio del dottor Umberto Borellini, cosmetologo
Si tratta di una formulazione molto classica e semplice, che sfrutta la consistenza, la pastosità e la densità tipica degli eccipienti idrocarburici (vaselina e olio di vaselina) per donare quella forte sensazione di protezione e untuosità apprezzate dalle pelli aride e stressate.  Definirei la Otto ore un «skin rescue», un trattamento SOS soprattutto contro le aggressioni esterne e le irritazioni. La lanolina è infatti un cavallo di battaglia delle paste per i sederini arrossati.  La vitamina E è idratante e lenitiva. In definitiva, questa crema può essere molto utile se usata occasionalmente, soltanto quando è necessario; al contrario, se è usata tutti i giorni e nei periodi caldi risulta occlusiva e pesante.

Confezione Tubo da 50 ml astucciato. Inoltre escono spesso edizioni speciali, a tiratura limitata. Imperdibili per chi colleziona oggetti dal look vintage.

Prezzo Circa 17 euro, in profumeria.

Inoltre… La linea Eight Hour di Elizabeth Arden comprende un sacco di altri prodotti, tra cui lo stick per labbra (che noi adoriamo nella versione colorata), creme per viso, mani e corpo.

Il sito giusto per approfondire l’argomento: www.elizabetharden.it

Per lasciare un commento, iscriviti a Beautytest.

Banner
Facebook Image